Cos’è il responsive web design?

Il responsive design permette ai designer di creare un sito web oppure un’applicazione che risponde al dispositivo dell’utente, fornendo un’esperienza ottimale indipendentemente dalle dimensioni dello schermo: il layout e i contenuti si adattano al dispositivo attraverso un design flessibile, cioè che cambia in risposta alle dimensioni, l’orientamento e la risoluzione dello schermo.

Un sito web o un’applicazione responsive devono quindi avere lo stesso aspetto e le stesse funzioni su uno smartphone, un laptop o un computer desktop. In questo modo l’utente finale sarà sempre in grado di trovare le informazioni di cui ha bisogno, e può eseguire ogni azione con facilità.

Il design su diversi dispositivi
Il design sui diversi dispositivi

Accessibilità, inclusività e SEO di un sito web responsive

Secondo quanto appena detto, il design di un sito web responsive è per definizione accessibile e inclusivo. Per una disciplina come la SEO (Search Engine Optimizazion) questo è fondamentale: progettare secondo le regole del responsive web aiuta i motori di ricerca a indicizzare e classificare meglio siti web e applicazioni.

Il design inclusivo, infatti, permette di creare un’esperienza d’uso positiva per tutti gli utenti, indipendentemente dalle loro capacità. I designer possono seguire le linee guida per l’accessibilità dei contenuti web WCAG e garantire così che il sito sia accessibile agli utenti con diverse disabilità.

Tra le best practice per un design inclusivo vi sono:

  • L’uso di un elevato contrasto per il testo e gli sfondi;
  • La garanzia che il sito possa essere navigato anche tramite tastiera;
  • La fornitura di testi alternativi per le immagini e altri contenuti visivi;

Design inclusivo: griglie fluide, immagini flessibili, query multimediali

Attraverso l’uso di griglie fluide, immagini flessibili e query multimediali un designer può, in fase di progettazione e sviluppo, assicurarsi che un sito o un’applicazione possano passare senza intoppi da un grande schermo desktop a un piccolo dispositivo mobile, mantenendo inalterati usabilità e aspetto visivo.

Le griglie fluide di Photoshop
Le griglie fluide di Photoshop

Come faccio a creare un design responsive?

Il primo passo è la definizione di obiettivi, finalità e identificazione del pubblico di riferimento. E necessario porsi domande come:

  • Quali contenuti devo includere nel sito web?
  • Come devo organizzare questi contenuti?
  • Quali sono le interazioni basiche ed essenziali che deve effettuare l’utente quando naviga sul mio sito?

Il design arriverà di conseguenza, e non solo sarà performante a livello visivo, ma risulterà anche facile da navigare.

Gli step prevedono la creazione iniziale di un wireframe (o mockup) del progetto applicato ai diversi dispositivi e dimensioni dello schermo. In questo modo si potranno identificare i potenziali problemi, apportare le necessarie modifiche prima che il progetto sia finalizzato.

Progettare per diversi dispositivi e dimensioni dello schermo

Un approccio progettuale molto in voga al momento è quello del mobile-first: significa progettare prima la versione mobile del sito web, e scalarla successivamente verso i dispositivi più grandi. L’esatto contrario di come si faceva una volta, cioè al primo avvento dei dispositivi mobili. Ciò garantisce che i contenuti più importanti siano ottimizzati sia per gli schermi piccoli sia per quelli più grandi, eliminando il superfluo.

Ricerca e test degli utenti per il design responsive

In base al budget di riferimento, si possono anche condurre ricerche e test sugli utenti in modo da:

  • Identificare le esigenze;
  • Evidenziare le preferenze e i pain point (punti critici) degli utenti;

A questo scopo, si possono organizzare sondaggi e interviste e ottenere feedback molto preziosi. Il successivi test invece andranno a mettere sotto stress il sito internet affinché vengano scovati eventuali problemi di usabilità, in modo da perfezionarlo e migliorare l’esperienza dell’utente.

Coerenza tra dispositivi e piattaforme

La coerenza è fondamentale per un’esperienza utente positiva e diventa ancora più importante nel responsive web design. Per ottenerla, è essenziale utilizzare un design system unificato che includa tipografia, schemi di colore e layout coerenti sui vari dispositivi, garantendo così solidità tra funzionalità e caratteristiche del sito.

L'interazione touch screen
L'interazione touch screen

Ottimizzazione delle prestazioni e considerazioni sulla velocità

Le prestazioni e la velocità sono fondamentali per i siti web responsive. Tempi di caricamento lenti o prestazioni scadenti possono avere un impatto significativo sull’esperienza dell’utente, causando frustrazione e potenzialmente inducendo gli utenti ad abbandonare il sito. Per ottimizzare le prestazioni e la velocità, i designer devono puntare a mantenere il sito leggero e a ridurre al minimo l’uso di immagini o video di grandi dimensioni che possano rallentarlo.

Inoltre, bisogna assicurarsi che il sito sia ottimizzato per le diverse velocità di connessione, come le reti 4G o 5G, e implementare tecniche di caching per migliorare i tempi di caricamento.

In un successivo capitolo andrò a parlare di quelli che sono anche i migliori sistemi e programmi di monitoraggio, come ad esempio Google Search Console.

Progettazione per schermi tattili e interazioni mobile

Con la crescente popolarità dei dispositivi mobile, è importante progettare per gli schermi tattili e tutti tipi di interazioni . Il design deve essere ottimizzato per le interazioni touch e i pulsanti e i link devono essere facili da toccare con dita di dimensioni diverse. È inoltre essenziale considerare come il design si adatterà alle diverse dimensioni dello schermo e all’orientamento: ad esempio, un utente può utilizzare un telefono in modalità orizzontale o un tablet in modalità verticale, e il design deve essere in grado di adattarsi di conseguenza.

Conclusioni

Per quanto riguarda i prossimi passi da compiere per gli UX/UI designer, è importante rimanere aggiornati sulle ultime tendenze: partecipare a workshop, leggere articoli, frequentare ambienti a tema. Tieni d’occhio il mio blog, continuerò a riempirlo di guide e corsi utili.